Il tipico Menù fiorentino: cosa mangiare e come trovare il prezzo migliore

La Toscana è rinomata in tutto il mondo per le prelibatezze della sua cucina. Ogni zona ha le sue specialità, così anche il capoluogo fiorentino. Dati i numerosi piatti classici della tradizione è possibile comporre il proprio Menù di Firenze scegliendo fra quelle preferite o quelle mai provate. Tutti i piatti toscani hanno alle spalle una lunga storia tradizionale, le varianti sono diverse più o meno nuove, ma alla base la ricetta è sempre quella antica.

Uno degli ingredienti maggiormente utilizzati per i piatti di Firenze è il pane che in questa regione viene prodotto privo di sale. A dare sapore ai piatti ci pensano altresì i saporiti formaggi ed i salumi, prelibatezze rinomate del luogo. Quando vi recate a Firenze non buttatevi nella prima locanda che vi capita, ma cercate delle recensioni per trovare un buon posto.

Il consiglio è di ricercare dei coupon online prima di partire per accaparrarsi delle offerte per ristoranti a Firenze. In questo modo potrete approfittare delle migliori occasioni e degustare piatti tipici del luogo, con la sicurezza di non trovare sorprese al momento del conto. Soprattutto ai turisti purtroppo questo accade ancora troppo, ma i coupon evitano il “disguido”.

Alcuni piatti del Menù tipico fiorentino: antipasti

Mentre aspettate primi e secondi, i toscani, ospitali e buongustai, non vi lasceranno certo ascoltare le lamentele di fame del vostro stomaco, quindi arriveranno prontamente con degli antipastini da gustare nell’attesa con un buon bicchiere di vino. Gli antipasti tipici toscani sono le bruschette. Il pane toscano viene abbrustolito sulla brace e strofinato con dell’aglio, ecco poi un filo d’olio e un pizzico di sale per completare l’opera.

La pietanza è tanto semplice quanto gustosa. Con il tempo si sono diffuse altre varianti, la classica con il pomodoro e quelle con formaggio, olive, funghi o altri ingredienti. Per chi osa ci sono altrimenti i crostini, delle fette di pane abbrustolito accompagnate con fegatini fatti cuocere nel vinsanto e poi tritati finemente, accompagnati con capperi e acciughe. In alternativa c’è il classico tagliere con un misto di salumi però tipici toscani.

Primi e secondi piatti: i must dei ristoranti a Firenze

Molte ricette di Firenze, come anticipato, hanno un origine povera e nascono quindi per recuperare il pane. Un esempio è la minestra di pane. Questo primo piatto viene fatto cuocendo diversi tipi di verdure, che vanno poi servite sul pane abbrustolito precedentemente strofinato con dell’aglio. Non è raro che vi si aggiunga della cotenna di maiale per insaporire ancora di più.

La regina delle cucine dei ristoranti a Firenze rimane comunque la bistecca alla fiorentina: una T bone steak spessa, con l’osso attaccato, cotta al punto giusto sia da un lato che dall’altro, condita solo con olio, sale e pepe, magari in accompagnamento agli spinaci alla fiorentina. Una prelibatezza che ha un costo non indifferente, ma che con i coupon si può avere in super offerta. Non si dimentichi di assaggiare anche il baccalà alla fiorentina in salsa di pomodoro, il merluzzo probabilmente nella sua migliore espressione.

Tipici del capoluogo sono anche il Cibreo ed il Lampredotto. Il primo è una frittata insaporita con un brodo a base di carne, salvia, cipolle, fegatini, bargigli, cuori. Il secondo è un piatto a base di interiora da gustare fumante. Accanto alla Fiorentina, c’è la Trippa, altrettanto nota e rinomata tipicità.

CONDIVIDI